fbpx
I nostri contatti
Via Mazzini 6, 21050, Cairate, Varese, Italia
support@enceladomarketing.com

Come portare traffico al tuo ecommerce

E’ indubbio affermare che negli ultimi tempi internet abbia fatto veri e propri passi da gigante.
Sia che si tratti di poter fruire in maniera rapida e veloce di un’informazione, o che si tratti piuttosto di acquistare un elettrodomestico online, oggi il web è in grado di soddisfare quasi tutte le richieste dei suoi utenti, garantendo dei risultati ottimi ed in tempo reale.
Tuttavia, come avrai sicuramente notato, negli ultimi tempi internet è diventato anche un mezzo attraverso il quale creare un proprio business, potendo così dare vita alla propria idea imprenditoriale senza però muoversi da casa; è il caso specifico degli Ecommerce, delle vere e proprie piattaforme adibite alla vendita di prodotti di vario genere.
A questo punto, come ben saprai, è importante sottolineare che ogni Ecommerce necessita di un’adeguata visibilità affinché possa convogliare sulla tua piattaforma un numero sempre maggiore di potenziali clienti. Cercheremo di analizzare insieme le caratteristiche principali che possono fare la differenza tra un business vincente e uno di bassa qualità.

Perché il traffico utenti è così importante?

Se ti stai chiedendo perché il traffico utenti rivesta un ruolo così importante, la risposta è semplice: devi innanzitutto immaginare la tua piattaforma come se fosse un qualsiasi negozio fisico situato in centro città; il traffico utenti equivale a tutti gli effetti alla folla che si riversa in strada, tutte persone che potrebbero essere tuoi potenziali clienti. Avere un traffico utenti maggiore significa avere molte persone che visitano la tua piattaforma, aumentando di conseguenza in maniera sensibile e percettibile le possibilità che facciano acquisti presso il tuo sito.
Se anche tu vuoi che le persone si fermino ad osservare la tua vetrina e che entrino per poter acquistare qualcosa, è bene che tu comprenda le logiche che muovono il traffico utenti, potendo in questo modo intervenire in maniera mirata per far sì che la tua piattaforma possa configurarsi quale punto di riferimento fondamentale per tutti coloro i quali siano interessati ai prodotti che metti in vendita.

Come funziona il sistema di tracciamento su internet?

Il sistema di tracciamento su internet segue una logica semplice: ti sarà capitato sicuramente di notare che mentre visiti una pagina web, questa sia ricoperta di annunci; si tratta di banner pubblicitari, dei veri e propri cartelloni affissi sulle pagine di un sito che hanno come scopo principale quello di pubblicizzare e sponsorizzare un sito o un servizio in generale.
A seconda delle cose che visitiamo, dei prodotti che acquistiamo o delle ricerche che lanciamo sul web, Facebook (e non solo) riesce a capire cosa potrebbe interessarci maggiormente.
Se ad esempio ti ritrovi a visitare un sito preposto alla vendita di lavastoviglie, l’algoritmo interpreterà le tue ricerche e attraverso dei codici javascript manderà il tutto a Facebook, che raccoglierà tutte le informazioni del caso creando una vera e propria classificazione. A questo punto si apre quella che in gergo viene definita “un’asta”, vale a dire un mezzo attraverso il quale i gruppi di inserzione entrano in competizione tra loro.

Il sistema delle aste: cos’é e come funziona?

Nel momento in cui si viene a verificare il caso in cui ci sia uno spazio libero su una pagina, Facebook lancia una vera e propria campagna. Ciò significa, quindi, che i gruppi di inserzionisti cominceranno a fare delle vere e proprie offerte per cercare di accaparrarsi quel tipo di spazio, facendo così in modo che quello spazio venga riempito con un’inserzione pubblicitaria. L’inserzione pubblicitaria, poi, non deve in nessun modo discostarsi da quelle che sono le ricerche indicizzate degli utenti: attraverso questo semplice passaggio, infatti, si avrà sempre la certezza che le pubblicità che ci vengono proposte siano sempre in linea con i propri specifici interessi.
L’assegnazione dello spazio pubblicitario segue una logica semplice: si basa su chi riesce a fare l’offerta migliore, avendo così in cambio la possibilità di poter sponsorizzare il proprio brand sulle pagine web che si andrà successivamente a visitare, creando così un traffico di utenti.

Come convogliare gli utenti sul tuo sito di Ecommerce

Il modo migliore attraverso il quale convogliare più utenti possibili al tuo Ecommerce consiste nel fare attenzione ad una serie di dettagli specifici che, sommati tra loro, si riveleranno essere vincenti.
Una volta aperto il tuo sito web, infatti, il lavoro non termina: al contrario devi tenere sotto controllo diversi dettagli di fondamentale importanza per far sì che il tuo lavoro non venga vanificato.
La prima cosa da fare, sicuramente, è quella di affidarti alle pubblicità a pagamento: sebbene la cosa possa farti storcere il naso, è bene che tu approfondisca la questione, così da poter comprendere pienamente i vantaggi che puoi ricavare da questo sistema particolare.
Oltre alla pubblicità, anche l’ottimizzazione del sito e la sua corretta indicizzazione possono comportare una serie di risultati notevoli: è bene, quindi, spiegare più nello specifico la questione, cosicché tu possa orientarti nel migliore dei modi verso la scelta finale.

 

Pubblicità e linguaggio SEO: due strumenti di indubbia utilità

Quando si parla di pubblicizzare il proprio sito internet, è di importanza fondamentale fare in modo di investire una piccola somma di denaro, così da non mettere a rischio un capitale ingente.
Se segui pochi ma semplici consigli, poi, avrai la certezza assoluta di poter vedere il tuo business esplodere; il modo migliore è sicuramente quello di affidarsi a piattaforme collaudate come ad esempio il già citato Facebook, ma anche Google AdWords, Instagram, LinkedIn e altre piattaforme di questo genere.
Sebbene ognuna di queste piattaforme funzioni in maniera differente, ci sono una serie di linee guida da seguire che si riveleranno essere di importanza fondamentale per far sì che il tuo sito web venga visitato da un numero via via sempre più alto di utenti, massimizzando così i profitti e riducendo al massimo il rischio tangibile di perdere inutilmente il capitale che hai investito all’inizio della campagna.
Un altro elemento che devi necessariamente considerare, è quello del linguaggio SEO: si tratta di un particolare metodo di scrittura utilizzato nell’ambito del marketing online, che ha come scopo principale proprio quello di adoperare dei termini o delle parole chiave fortemente indicizzate sul web; il risultato finale del sapiente utilizzo del linguaggio SEO equivarrà ad un numero di utenti convogliato verso il tuo sito web dalle ricerche effettuate nei motori di ricerca.
Se sei un soggetto che vende in affiliazione con altri Ecommerce online, ti conviene in ogni caso evitare di fare un comodo copia e incolla delle descrizioni dei prodotti, poiché così facendo rischi di non dare al tuo sito web una vera e propria identità che lo contraddistinguerà dal resto della massa.
Usare il linguaggio SEO non sempre è semplice, motivo per il quale ci sono appositi copywriter che lo utilizzeranno al posto tuo, inserendo le parole chiave più ricercate sul web (e non solo).

L’ottimizzazione del sito e la condivisione: come fare la differenza

L’ottimizzazione del sito è un fattore che non devi assolutamente trascurare: consiste, nello specifico, nel corretto funzionamento del sito stesso. Nel caso in cui le pagine si carichino lentamente, o che piuttosto gli utenti abbiano delle difficoltà tangibili a trovare le informazioni di loro interesse, il tuo sito verrà in un certo senso “oscurato”. Google, infatti, assegnerà ai tuoi contenuti dei punteggi negativi, con il risultato finale che si ritroverà nelle classifiche più basse e non potrà essere scoperto dagli utenti.
Contrariamente a quanto tu possa pensare, quindi, Google ha delle norme molto severe in fatto di qualità dei contenuti, motivo per il quale ti consiglio fortemente di controllare che il tuo sito web funzioni a dovere e che non sia vittime di malfunzionamenti di qualsiasi tipo, così da poter fornire un servizio adeguato ai tuoi utenti, i quali spargeranno la voce e aumenteranno in maniera esplosiva il numero di visite che riceverai quotidianamente sul tuo sito di Ecommerce online.
Per quanto concerne la condivisione, invece, sarai d’accordo sulla dipendenza di qualsiasi cosa dai social media. Negli ultimi anni, infatti, Facebook e Instagram si sono guadagnati una reputazione sempre più alta, fino ad arrivare ad essere i colossi della comunicazione web che oggi tutti conosciamo. Fatta tale premessa, dunque, non posso fare altro che consigliarti di partire proprio da questo presupposto: prova a sponsorizzare il tuo sito web tramite i tuoi account, così potrai allargare maggiormente la possibilità di ricevere visite da parte di una cerchia di persone via via sempre più ampia. Come se ciò non bastasse, poi, ricorda di predisporre degli appositi pulsanti stesso sul tuo sito, così saranno stesso i tuoi fruitori a porre in essere tutte le condivisioni del caso, dando così vita ad un passaparola che avrà un ottimo riscontro.

 

L’importanza delle interazioni

Interagire con gli utenti è la cosa più importante: in questo modo, infatti, avrai occasione di configurarti quale punto di riferimento fondamentale ed imprescindibile per il cliente, facendo così in modo che questi si rivolgerà sempre a te per ogni genere di acquisto.
Se vuoi che un cliente torni, puoi mandare alle loro caselle di posta elettronica delle apposite email con all’interno eventuali offerte, codici sconto o dei coupon da poter spendere presso il tuo Ecommerce (email marketing). In questo modo il cliente si sentirà invogliato ad acquistare, dando così vita ad un’ulteriore diramazione: oltre a poter attirare gli utenti, infatti, farai in modo che questi restino e che diventino tuoi clienti abituali, massimizzando in questo modo i profitti e potendo di conseguenza beneficiare di una crescita del traffico di utenti decisamente elevata.
Se può esserti utile, poi, puoi anche invitare i clienti a compilare un questionario di gradimento, così da individuare subito i punti negativi del tuo sito e migliorarli.

Attenzione allo spam: come sponsorizzare il proprio sito senza sbagliare

Lo spam è un particolare metodo di farsi pubblicità che consiste nello sponsorizzare in maniera spesso inopportuna e fuori luogo il proprio sito web.
Sebbene a primo impatto possa sembrare un metodo da utilizzare, è bene che tu sappia che in realtà la pratica dello spam viene fortemente condannata da tutte le community presenti sul web, poiché spesso di cattivo gusto.
Se hai intenzione di sponsorizzare il tuo sito, devi interagire con gli utenti, mostrare professionalità e competenza e configurarti quale un punto di riferimento per la clientela, senza quindi imporre necessariamente il tuo sito ma al contrario facendo in modo che sia il cliente stesso a visitarlo e a dargli uno sguardo.
In questo modo eviterai di subire delle penalizzazioni e di vanificare tutti gli sforzi compiuti, potendo dunque beneficiare di utenti che saranno realmente interessati a ciò che hai da offrire e che si godranno i tuoi contenuti con un coinvolgimento diverso e sicuramente più puro e reale.

Per concludere, quindi, qualora tu senta la necessità di dare vita ad un business come si deve e con un rientro economico di un certo spessore, non devi fare altro che seguire qualche piccolo trucco e fare attenzione ai dettagli.
In questo modo, infatti, potrai beneficiare di una crescita esponenziale dei tuoi contenuti, sfruttando anche i mezzi che Facebook mette a disposizione a tutti coloro i quali vogliano usare gli strumenti pubblicitari per poter aumentare il traffico sul proprio sito web.
E’ inoltre importante restare costantemente aggiornati su quelli che sono i maggiori trend pubblicitari: in questo modo, infatti, si potrà gestire come meglio si crede la pubblicità, creando così un traffico di utenti maggiore al proprio sito web.
Tutti questi elementi, sommati tra loro, si rivelano essere di fondamentale importanza per vedere il proprio sito crescere sempre di più, fino a raggiungere il risultato sperato. Se vuoi abbiamo scritto un articolo ad hoc che può esserti utile per imparare a fare facebook ads gratis nel 2021.

Ti lascio in ogni caso al video completo che abbiamo realizzato nel nostro canale Youtube

Spero che quest’articolo ti sia piaciuto, non esitare a lasciare un commento o a condividerlo per supportare il nostro lavoro.

 

 

Author avatar
Marco
https://enceladomarketing.com

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *